London Wetland Centre – WWT

WWT
Quaranta ettari di zona umida alle porte di Londra, inaugurata nel 2001 e sorta grazie al riassestamento di ex casse di espansione del Tamigi. E’ un esempio unico di rivalutazione del territorio allo scopo di garantire a migliaia di uccelli e piante un habitat idoneo alla loro vita.
Tutto lo sforzo degli oltre 200 volontari è dedicato all’educazione dei visitatori al rispetto della natura ed alla conoscenza dei fenomenni che la regolano. Una particolare attenzione è dedicata ai visitatori più giovani con numerose attività formative specifiche. Il successo di questa importante iniziativa è sancito dagli oltre 220.000 visitatori che ogni anno la frequentano.
Il WWT London Wetland Centre è la più recente tra le otto Oasi naturalistiche fondate da Peter Scott, il noto “cacciatore pentito” che dal 1946 ha dato vita a questa organizzazione.
Le oasi del WWT sono caratterizzate da una innumerevole presenza di uccelli, per lo più anatidi, provenienti da tutte le aree del pianeta. Queste “collections” sono suddivise per aree geografiche ed ospitate in habitat particolarmente curati.
Oltre alle collezioni di uccelli, in un’altra zona troviamo la parte naturale dell’Oasi, con percorsi che si addentrano nella zona umida e portano a sei punti di osservazione che si affacciano sul lago principale. Il tutto tra ruscelli, laghetti e fiori di ogni tipo.
In questa Oasi possiamo dire che l’uomo ha tentato di ricreare il miglior ambiente per la flora e la fauna selvatica. E forse ci è riuscito.

Cos’è una zona umida

Una zona umida è una zona dove l’acqua ricopre o satura il terreno per periodi prolungati, con conseguente presenza di piante e animali adattati ai terreni.
L’Oasi comprende una vasta gamma di luoghi, tra i quali paludi, estuari, laghi, prati, stagni, fiumi e ruscelli.

Molte zone umide sono naturali, mentre la maggior parte dei laghetti da giardino, sono opera di persone. Il WWT London Wetland Centre è un pluripremiato esempio di una zona umida artificiale.

WWT lavora su progetti in Gran Bretagna e all’estero per proteggere e ripristinare le zone umide esistenti in tutto il mondo e incoraggiare la creazione di nuove aree per sostituire le molte migliaia di ettari persi negli ultimi anni, in modo da assicurare un futuro migliore alla fauna selvatica e alle persone.

Reportage dal WWT

Di seguito un estratto del servizio fotografico effettuato in occasione del viaggio al WWT London Wetland Centre da una delegazione di rappresentanti dell’Oasi dei Quadris, e del Comune di Fagagna con la guida scentifica del Dr. Fabio Perco.