News

Convenzione con l’Università di Udine per l’oasi dei Quadris

dall’Articolo di Anna Casasola del Messaggero Veneto del 26 ottobre 2016

Convenzione con l’ateneo per l’oasi dei Quadris

«Fagagna è un posto straordinario per sviluppare dei progetti di interesse scientifico». Ne sono convinti al Dipartimento di scienze agroalimentari, ambientali e animali dell’Università di Udine, che nei prossimi giorni sottoscriverà una convenzione quadro con l’amministrazione collinare per collaborare nel campo della conservazione, valorizzazione, gestione e ricerca del patrimonio naturale e seminaturale del territorio. Nella seduta di lunedì sera, intanto, il Consiglio comunale all’unanimità ha dato il via libera alla Convenzione che per la prima volta vede assieme Università e Comune. Pur comprendendo l’intero patrimonio naturale e seminaturale del territorio comunale, il documento è volto soprattutto a formalizzare il rapporto di ricerca relativo all’Oasi dei Quadris, l’oasi naturalistica divenuta l’habitat perfetto per oche, cicogne, ibis eremita e anatre selvatiche. Con questa convenzione si vuole sviluppare l’attività di ricerca con collaborazioni anche a livello internazionale. Il progetto più importante potrebbe essere quello che vede la collaborazione del Konrad Lorenz Insitute di Grunau: si tratta di una ricerca che, se sarà avallata dal Governo austriaco, vedrà protagoniste le oche dell’Oasi di Fagagna. Un altro importante obiettivo sarebbe poi quello di poter disporre di dispositivi di ripresa video da istallare in alcuni dei nidi delle cicogne da un lato e dall’altro di trasmettitori satellitari per poter seguire ibis e cicogne nel loro percorso di migrazione. Per il Comune il progetto coinvolgerà l’intero territorio comunale soprattutto per favorire la presenza di giovani universitari.

0 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *