News

Cicogne abbattute a Malta

Cicogne abbattute a Malta

Lunedì 15 settembre, uno stormo di 10 cicogne bianche è atterrato a Malta, posandosi sulla gru di un cantiere di un centro abitato. Il fatto, spettacolare dal punto di vista della bellezza, è stato subito notato da molte persone locali, fotografi e turisti. Purtroppo in agguato c’erano anche i soliti stupidi bracconieri isolani che, probabilmente rinfrancati da una sperimentata impunità, si sono messi a sparare sugli uccelli. Al momento non si sa quanti ne abbiano ammazzati, due sicuramente. Diversamente dal solito la cosa ha avuto però un impatto molto importante, nel senso che il vergognoso fatto ha scandalizzato le persone perbene dell’isola che si sono attivate immediatamente.

Due cicogne di queste erano state inanellate al nido da me ai primi di giugno all’Oasi dei Quadris di Fagagna, ( fra cui una di quelle abbattute, la PA190) per cui (dopo aver letto gli anelli) si sono messi immediatamente in contatto con me tramite l’ISPRA per chiedere informazioni il rappresentante di BirdLife Malta, Nick Piludi, e una giornalista del Times of Malta, Caroline Muscat.

Le cicogne di Fagagna avevano percorso 1144 Km in dieci giorni circa essendo state osservate da Massimiliano Rosso a Fagagna ai primi del mese.

A quanto pare gli sparatori inqualificabili avranno una punizione esemplare, speriamo che sia l’inizio di una nuova era di maggiore sensibilità non solo verso questi animali grandi e simbolici, ma anche verso tutte le altre specie che attraversano l’isola durante le migrazioni.

Ciao a tutti

Bruno Dentesani

Tagged: ,

0 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *